Tornano le tariffe minime. Eque (ma per chi?)

Pare che il ministro Alfano stia per eliminare una delle cose fatte da Bersani, ancora ai tempi del governo Prodi. All'epoca erano state abolite le tariffe minime che gli ordini professionali "impongono" ai propri associati. Per esempio un commercialista che vi aiuta a compilare la dichiarazione dei redditi al momento può chiedere la cifra che più ritiene adeguata, se rientreranno in vigore le tariffe minime dovrà (con suo grande dispiacere, immagino) adeguarsi.

Sinceramente è una cosa che non riesco a capire, non ne vedo i vantaggi, nemmeno per le categorie professionali, perchè non può essere tutto basato sulla legge della domanda e dell'offerta? Se le tariffe minime sono una cosa sensata perchè non si applicano a tutto? Non sarebbe forse il caso di imporre della tariffe massime?

I professionisti lamentano un calo di fatturato e questo è un male per loro e per il pil. Ma è un male per i loro clienti? E per il paese? I serevizi offerti sono stati peggiori dopo l'abolizione della tariffa minima?

Ho bisogno di qualcuno che mi aiuti a capire.

Additional Resources

Commenti

  1. ragiona al contrario:
    esempio:
    giornalista free-lance; mercato indegno; l'editore paga anche solo 10 euro per un articolo; un articolo richiede anche quattro ore di lavoro; lavoreresti per due euro lordi all'ora?

  2. Accetto senz’altro il ragionamento purchp si applichi a tutti i lavoratori e non solo ai giornalisti, altrimenti che sia il mercato a fare il prezzo!

  3. Tra i punti cardini della proposta di legge, oltre alla gia ricordata abolizione degli ordini e dei collegi, vi e anche la reintroduzione delle tariffe minime professionali quale strumento per la determinazione dell equo compenso per i professionisti , l abolizione del tirocinio post laurea sia per i laureati che per i diplomati sostituendolo con un tirocinio professionale da seguire durante il percorso di studi.

Speak Your Mind

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per mostrare annunci pubblicitari pertinenti, per le statistiche e per funzionare meglio. Proseguendo nella navigazione o premendo il pulsante "Accetta" acconsenti l'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi